Grande Fratello, Maria Antonietta Tilloca: "Oggi è un altro programma, i concorrenti lo usano per costruirsi un personaggio sui social"

0
14


Lo scorso 14 settembre, la versione italiana del Grande Fratello ha festeggiato i 19 anni dalla messa in onda della prima puntata.

Tra i concorrenti di quello storico primo GF, ricordiamo, ovviamente, anche Maria Antonietta Tilloca, 47 ann, illustratrice e disegnatrice che oggi vive in Marocco dove si è trasferita per motivi di lavoro riguardanti il proprio compagno.

Intervistata da Il Fatto Quotidiano, Maria Antonietta ha ricordato il primo, pionieristico, Grande Fratello, un’esperienza che lei e i suoi compagni d’avventura vissero con sana incoscienza, ricordando anche tutte le differenze con i tempi moderni:

Noi eravamo i primi. Ritorni a 20 anni fa: internet non era così diffuso, nessuno di noi aveva visto l’edizione olandese. Non avevamo idea di dove fossero le telecamere né di come venivamo ripresi. Non pensavamo neppure ci fossero i primi piani.

L’opinione, condivisibile tra l’altro, della Tilloca riguardante i GF odierni, invece, non è molto positiva:

Oggi è un altro programma. I concorrenti lo usano legittimamente come un mezzo per poi costruirsi un personaggio sui social e monetizzare in altro mondo. Le concorrenti si comportano quasi sempre come galline che stramazzano davanti alle telecamere.

Parlando di “GF1”, ovviamente, è impossibile non nominare Pietro Taricone, scomparso nel 2010 a soli 35 anni a causa di un incidente paracadutistico:

Pietro è quello che mi ha colpito di più. I suoi occhi vivi, attenti, attivi. Era un ragazzo furbo, intelligentissimo, uno che guardava, nel senso più profondo del termine. Insieme abbiamo fatto qualcosa di forte, di irripetibile. Tra noi c’è un legame che non si può spezzare. E quello che è successo a Pietro ci ha segnato tutti.

Grande Fratello, Maria Antonietta Tilloca: “Oggi è un altro programma, i concorrenti lo usano per costruirsi un personaggio sui social” pubblicato su Gossipblog.it 20 settembre 2019 00:19.



Source link

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here